PRESTAZIONI OCCASIONALI, OBBLIGO DI COMUNICAZIONE PREVENTIVA

PRESTAZIONI OCCASIONALI, OBBLIGO DI COMUNICAZIONE PREVENTIVA

Sanzioni fino a 2.500 euro per chi non rispetta la nuova normativa. Si potrà inviare la comunicazione all’Ispettorato del lavoro mediante SMS o posta elettronica.

Le imprese che si avvalgono di lavoratori autonomi occasionali dovranno obbligatoriamente darne comunicazione preventiva (cioè al momento dell’incarico e prima dello svolgimento della prestazione) all’Ispettorato del lavoro, mediante SMS o posta elettronica.

La violazione di questo obbligo, in vigore dal 21 dicembre scorso, comporta una sanzione amministrativa da 500 a 2.500 euro in relazione a ciascun lavoratore autonomo occasionale per cui sia stata omessa o ritardata la comunicazione.

La nuova norma è inserita all’interno dell’art. 13, della legge n. 215/2021, di conversione del decreto Fisco-Lavoro (D.L. n. 146/2021): la finalità del legislatore, per motivare il nuovo adempimento burocratico, è quella di svolgere una attività di monitoraggio e contrastare forme elusive nell’utilizzo di tale tipologia contrattuale.

Per assistenza o maggiori informazioni il nostro ufficio è a disposizione.

 

Contatti

Area Lavoro e paghe: Alessandro Zeffiri

Tel. 0575 350755

Mail. Alessandro.zeffiri@confcommercio.ar.it



Lascia un commento

Sito web e marketing