Bonus moda, cambia il modello di comunicazione

Bonus moda, cambia il modello di comunicazione

L’Agenzia delle Entrate informa di una modifica nelle procedure per ottenere il credito d’imposta, pari al 30% del valore delle rimanenze finali di magazzino.

Con il comunicato stampa del 6 maggio 2022, l’Agenzia delle entrate ha reso noto di aver aggiornato il modello di comunicazione, le istruzioni e le specifiche tecniche del c.d. bonus moda, ovvero il credito d’imposta nato per sostenere le imprese attive nell’industria tessile e della moda, delle calzature e della pelletteria.
Il credito è pari al 30% del valore delle rimanenze finali di magazzino, eccedente la media del medesimo valore registrato nei 3 anni precedenti a quello di spettanza del beneficio.

Per accedere al credito d’imposta, utilizzabile esclusivamente in compensazione mediante il modello F24, occorre comunicare all’Agenzia delle Entrate tale “incremento di valore delle rimanenze finali di magazzino”, al fine di consentire l’individuazione, nei limiti delle risorse disponibili, della quota effettivamente fruibile del credito.

La comunicazione va inviata esclusivamente con modalità telematiche, direttamente dal contribuente oppure tramite un soggetto incaricato della trasmissione delle dichiarazioni:
dal 29 ottobre 2021 al 22 novembre 2021, con riferimento al periodo d’imposta in corso alla data di entrata in vigore delle disposizioni di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 9 marzo 2020 dal 10 maggio 2022 al 10 giugno 2022, con riferimento al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2021.
Per altre informazioni, contattare la segreteria provinciale Federazione Moda Italia di riferimento.

Per informazioni

Segreteria provinciale Federazione Moda Italia: Massimiliano Micelli

Tel. 0575 742787

mail. massimiliano.micelli@confcommercio.ar.it



Lascia un commento

Sito web e marketing