CONTRIBUTI PER CHI VENDE PRODOTTI SFUSI O ALLA SPINA

CONTRIBUTI PER CHI VENDE PRODOTTI SFUSI O ALLA SPINA

Li prevede il cosiddetto Decreto Clima: fino a 5 mila euro a fondo perduto per chi predispone spazi dedicati alla vendita di prodotti alimentari o detergenti sfusi o alla spina. Scopri come fare per ottenerli

Fino a 5mila euro di contributo a fondo perduto per gli esercenti commerciali di vicinato, di media struttura e di grandi dimensioni che predispongono spazi dedicati alla vendita diretta di prodotti alimentari e detergenti sfusi o alla spina. Li prevede il c.d. “Decreto Clima”, del quale è stato recentemente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto contenente le modalità attuative.

Tra le spese agevolabili ci sono quelle per l’adeguamento dei locali e, in particolare, per la progettazione / realizzazione del punto vendita o dello spazio dedicato; per l’acquisto di attrezzature funzionali alla vendita di prodotti sfusi, compreso l’arredamento o allestimento del punto vendita o dello spazio dedicato; per le iniziative di informazione, comunicazione e pubblicità dell’iniziativa. Non sono agevolabili, invece, le spese sostenute per l’acquisto o igienizzazione dei contenitori e dei prodotti alimentari e detergenti venduti.

Ai soggetti interessati è richiesta la presentazione di una specifica domanda da inviare entro

  • il 24.1.2022, per le spese sostenute nel 2020
  • il 30.4.2022, per le spese sostenute nel 2021

utilizzando la piattaforma informatica disponibile sul sito Internet di Invitalia.

Il contributo è riconosciuto secondo l’ordine di presentazione delle domande, nel rispetto dei fondi stanziati (€ 20 milioni).

Contatti

Bandi e finanza agevolata: Marco Poledrini

Tel. 0575 35 0755

Mail. marco.poledrini@confcommercio.ar.it

 



Lascia un commento

Sito web e marketing