Green Pass, le certificazioni extra-europee riconosciute

Green Pass, le certificazioni extra-europee riconosciute

Green Pass, le certificazioni extra-europee riconosciute

 

 

 

Come riconoscere se il “Green Pass” presentato da un cliente straniero è valido per la legge italiana, e può dunque essere accettato per l’accesso ai luoghi di lavoro e ai servizi di ristorazione al chiuso?

Per fare chiarezza sull’argomento e fornire informazioni certe alle imprese, Fipe-Confcommercio Arezzo ha redatto un utile aggiornamento che i pubblici esercizi associati possono richiedere contattando direttamente la segreteria, telefonando al numero 0575 350755 oppure scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: fipe@confcommercio.ar.it.

Nel vademecum, le imprese possono trovare informazioni riguardo alle certificazioni presentate da cittadini europei e da soggetti stranieri extraeuropei, con particolari specifiche riguardo a:

  • Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano; 
  • Canada, Giappone, Israele, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord, Stati Uniti d’America; 
  • altri Stati extra europei, per i quali il Ministero della Salute ha espressamente indicato i vaccini somministrati dalle autorità sanitarie nazionali competenti estere da riconoscere come equipollenti.

Per ricevere il vademecum e per ulteriori informazioni è possibile contattare la segreteria FIPE della Confcommercio aretina al numero di telefono 0575 350755, email fipe@confcommercio.ar.it.

 

Condividi:

 











 

Torna indietro



Lascia un commento

Sito web e marketing