Imposta di soggiorno, chiarimenti sulla scadenza del 30 settembre

Imposta di soggiorno, chiarimenti sulla scadenza del 30 settembre

Sono state pubblicate sul sito del MEF le FAQ che risolvono alcuni dubbi interpretativi sulle locazioni brevi e sui loro intermediari

Si riduce la platea dei soggetti obbligati a presentare la dichiarazione sull’imposta di soggiorno 2020 e 2021.

Le Faq pubblicate il 19 settembre 2022 sul sito del MEF sembrano infatti escludere da questo obbligo (di cui abbiamo parlato già qui) quanti abbiano presentato il modello 21, con cui sono stati rendicontati gli anni 2020 e 2021

Anche per loro come per tutti gli altri soggetti, però, l’obbligo di utilizzo in via esclusiva della piattaforma telematica per l’invio delle dichiarazioni scatterà a giugno 2023, per il periodo di imposta 2022.

Per quanto riguarda questa prima volta, a prevalere è il principio che l’obbligo di dichiarazione valga SOLO per il soggetto che ha incassato l’imposta. Quindi nel caso in cui l’intermediario (o il titolare) si trovi in un Comune dove l’imposta di soggiorno è incassata da Airbnb, questi NON DEVE presentare la dichiarazione.

Per chiarirsi ogni dubbio, è utile consultare la sezione FAQ del sito del Ministero per l’Economia e le Finanze: https://www.finanze.gov.it/export/sites/finanze/.galleries/Documenti/Fiscalita-locale/FAQ-Dichiarazione-imposta-di-soggiorno.-19.09.2022.pdf

INFORMAZIONI

Area Turismo Confcommercio

Dott.ssa Laura Lodone

Tel. 0575 350755

mail. laura.lodone@confcommercio.ar.it

Anna Paola Maddalena

Tel. 055 203691

mail. ap.maddalena@confcommercio.firenze.it



Lascia un commento

Sito web e marketing